martedì 30 giugno 2009

Webcam in Municipio XVII ? C'è !

Peccato che non sto parlando del nostro di Municipio, ma del 17° parigino dove basta cliccare su questo link, e si può seguire in diretta tutto lo svolgimento dei lavori del consiglio. Appena questo è terminato, compare subito un messaggio che ci informa che ce lo siamo perso, ma anche che è possibile visionarne immediatamente (o quando vogliamo) la registrazione per intero .

Sulla pagina web compare a sinistra il video e a destra tutto l’elenco dettagliato degli ordini del giorno.

E nel nostro Municipio ? Niente da fare. Dopo le insistenti e reiterate richieste di fare qualcosa di analogo è arrivata la risposta ufficiale pubblicata sul “Bilancio partecipato per l’anno finanziario 2009”: La richiesta è stata esaminata e non è stata valutata una priorità.

Insomma per il nostro Municipio l’informazione data ai cittadini su cosa esso faccia e cosa deliberi, è più che sufficiente.

Sarà, ma se si fa un raffronto tra il sito del Municipio parigino e il nostro….

Ma siamo sicuri di essere cittadini europei ? Io comincio a dubitarne.

Saluti

lunedì 29 giugno 2009

17+XVII... Un vero successo !

17+XVII, progetto mirato a valorizzare la collaborazione tra le associazioni di due quartieri di Roma e Parigi, per lo scambio di buone pratiche e la promozione della partecipazione civica, (a cui ha collaborato attivamente e con entusiasmo la scuola Ganassi insieme ai suoi fantastici allievi) si è concluso oggi con l'accompagnamento dei ragazzi francesi all'aeroporto.

Ma facciamo un passo indietro.

Venerdì, come annunciato, c'è stato un rinfresco di benvenuto, a cui ho partecipato, e, insieme a Massimo Marnetto abbiamo realizzato queste interviste



Insomma, i nostri ragazzi sono stati accolti nella forma e nei modi che qui avete avuto modo di ascoltare, e noi come abbiamo accolto i ragazzi francesi ? Sicuramente molto bene, e lo testimonia la loro grande soddisfazione espressa alla partenza.

Ma non vi salta agli occhi nulla di strano ?

Il nostro Municipio non poteva partecipare ufficialmente a quest'evento, cosa che mi dicono gli fosse stata espressamente richiesta ? Mah, io me lo domando come residente del quartiere che ritiene di non essere stato rappresentato al meglio, e probabilmente se lo domandano anche Civico 17 e la Scuola Ganassi.

Appena avrò notizie su questo, che a me sembra un incomprensibile “mistero”, le pubblicherò

Saluti

venerdì 26 giugno 2009

Un benvenuto ai musicisti del 17° Arrondissement parigino



Nell’ambito del Progetto 17+XVII totalmente organizzato e autofinanziato dall’Associazione di quartiere Civico 17, oggi arriva a Roma un gruppo di giovani musicisti, i JJJ ( Janquerie Jazz Joint ) provenienti dal Conservatorio di jazz del 17° Arrondissement di Parigi, che si esibiranno domani, sabato 27 giugno gentilmente ospitati nella manifestazione: “Letture d’estate lungo il fiume e tra gli alberi

Ecco il programma di domani 27 giugno:

Palco: BASTIONE (il secondo dall'ingresso.)

21,30 - 22,00 Scuola Ganassi - brani di musica classica eseguiti con pianoforte a coda

22,15 - 23,00 Free-k Trio Jazz - Lavinia Marnetto - free jazz e standard cantati

23,15 - fine serata JJJ - Janquerie Jazz Joint - del Conservatorio di jazz del 17° Arrondissement di Parigi

Oggi ci sarà un rinfresco offerto per loro dalla scuola Ganassi a cui parteciperò e in cui intervisteremo i ragazzi del nostro Municipio, che hanno suonato il 21 giugno a Parigi, per testimoniare la loro esperienza. Domani invece, trametterò in streaming l’evento in diretta su UStream, per far sì che amici e parenti del gruppo parigino possano seguirli nella loro esibizione.

Siete tutti invitati, saluti

Grande battaglia cul-turale nel nostro Municipio...

Ogni tanto, qualcosa su cui farsi due risate non guasta...

Omniroma-MUNICIPIO XVII, AUBERT (PDL): GHIAIA AL POSTO DI PRATO IN BAU PARK


(OMNIROMA) Roma, 25 giu - «È pur vero che fare è sempre meglio di non fare, ma ci chiediamo basiti chi possa aver avuto la brillante idea - nel ristrutturare il 'Bau Park' di via Simoni, nel XVII municipio - di piazzarvi la ghiaia invece che stendere un manto erboso? Il risultato è che adesso con questo tappeto di grossi sassi le feci dei cani rimangono dove sono, per non parlare della nuova recinzione che pare assai pericolosa per i nostri amici a quattro zampe: speriamo che invece di proteggerli non li ferisca. Una politica seria per gli animali domestici (così come per gli esseri umani) non si improvvisa, con l'ulteriore rischio di dilapidare denaro pubblico e di adottare rimedi peggiori dei mali che si vorrebbero sanare, la prossima volta faranno meglio a farsi consigliare da chi ha un pò di esperienza in materia di animalismo, compreso l'assessore municipale Tavani e Masini del Pd». Lo dichiarano in una nota congiunta Luca Aubert, capogruppo del Pdl al XVII municipio e Fabio De Benedictis, vicecapogruppo del Pdl al XVII municipio.
-----------------------------------------------------------------------------------
La risposta di Roberto Tavani:
-----------------------------------------------------------------------------------
Una prova concreta del livello culturale della destra in XVII...

Un comunicato che lascia senza parole e che ci dà una prova tangibile del livello culturale della destra del municipio.

PS: riguarda un area su cui nessuno aveva osato mettere mai le mani nonostante sia frequentata giornalmente da decine di cittadini del XVII coi loro cani.
Questi cittadini, ma questo i nostri amici della PDL non lo dicono, ora hanno un baupark migliore e decoroso. E che migliorerà ancora nel prossimo futuro.

Ricordo a tutti, ma soprattutto ai consiglieri PDL, che raccogliere le feci del proprio cane è un obbligo (oltre che un comportamento civicamente corretto) anche all'interno delle aree baupark.
-------------------------------------------------------------------------------------------------

Saluti

giovedì 25 giugno 2009

Ma quale speculazione edilizia....

"Si tratta di rendere utile un'area al momento inutile ricavandone la giusta valorizzazione". Così ha risposto il Presidente dell'ATAC ai cittadini del nostro Quartiere che erano stati intervistati lunedì mattina nel corso della trasmissione Buongiorno Regione.

Certo non si è sprecato con le parole, ma se vuole potrà rispondere in modo più approfondito, se e quando lo ritiene opportuno, su questo Blog che è a sua disposizione.

Chi invece ha già avuto modo di esprimere chiaramente la propria opinione sul progetto di "valorizzazione" dell'ex deposito ATAC Vittoria, durante un'affollata assemblea pubblica avvenuta il 13 maggio, sono stati:

Il Prof . Giorgio Muratore, docente di storia dell’Architettura

Il Prof. Pietro Samperi, Docente di Tecnica Urbanistica

La Prof.ssa Maria Prezioso, docente Economia e Pianificazione del territorio Università Tor Vergata

Il Prof Paolo Berdini, Urbanista

L' Arch. Mirella Belvisi, Consigliere nazionale “Italia Nostra”

Se volete sapere cosa hanno detto in quella occasione, cliccate sui link

Saluti

Metro C: I campi della Romulea sono salvi...e il nostro giardino ?

La società Roma Metropolitane, sollecitata da ogni parte, ha rivisto il progetto di cantierizzazione dell'area, e ha deciso di spostarsi "un po più la" .

Tanto sono riusciti ad ottenere i cittadini di quel quartiere, coadiuvati dal sostegno di alcuni calciatori famosi come Abel Balbo e Lorenzo De Silvestri e da quello di molti esponenti politici e del mondo del calcio.

Mi fa molto piacere sottolineare questo "precedente", perché noi chiediamo da anni esattamente la stessa cosa e come vediamo, con un po di buona volontà..."si può fare".

Certo i nostri bambini non hanno degli "sponsor" famosi come quelli della Romulea, e neanche l'appoggio del nostro Municipio XVII che si limita a chiedere lo spostamento dell'ultima stazione alla Farnesina e così, se il CIPE deciderà di non concederlo, è automatico che si attuerà il progetto già pronto e finanziato, e verremo privati del giardino.

Ma sono certo che Roma Metropolitane non ha tenuto conto di quello, e dell'effetto mediatico e politico che avrebbe potuto scatenare un suo rifiuto, ma ha accolto semplicemente le giuste richieste dei cittadini, perciò analogo comportamento ci aspettiamo venga riservato al nostro quartiere che chiede di salvare, dallo stesso identico problema, il giardino di via Plava.

Saluti

martedì 23 giugno 2009

La parola ai cittadini...

Lunedi 22 giugno, Rai tre, su richiesta mia e del Comitato di quartiere "Delle Vittorie," ci ha fatto visita.

Insieme al Prof. Candia, Presidente del comitato, desideriamo ringraziare la redazione ed in particolare la giornalista Lisa Marzoli per la professionalità e competenza dimostrata che ci ha permesso di dire, in 7 minuti, tutto ciò che dovevamo.



Come avrete capito se avete seguito tutto il filmato, alle 14, nel corso del Tg regionale, ci doveva essere una replica del Comune di Roma alle affermazioni del Prof. Candia.

A quanto sembra il Comune ha preferito defilarsi e tutto si è risolto con una battuta del Presidente dell'ATAC il quale, evidentemente, pensa di liquidare la faccenda dicendo: "Nessuna speculazione edilizia, si tratta di rendere "utile" un'area ora inutile, e di ricavarne la giusta "valorizzazione".

Sarà, ma anche le parole usate (utile e valorizzazione) a me non fanno altro effetto che rafforzare i concetti espressi dal Prof. Candia...e a voi ?

Sul tema del cantiere della Metro C invece.......silenzio assoluto !

Comunque una cosa perlomeno si è capita...sarà una battaglia lunga e difficile, loro partono da una posizione di forza... ma noi ci stiamo pian piano attrezzando.

Come ? C'è un solo modo: far si che sempre più cittadini , vengano a conoscenza di quanto sta per succedere nel nostro quartiere e che se ne facciano una opinione, il resto, sono convinto, verrà da se.

Saluti

venerdì 19 giugno 2009

Il video del degrado e le richieste di Valentina e Andrea...



Come si può vedere dal video, la situazione accanto al nido Il Maggiolino di Via Bucchi è assolutamente peggiorata rispetto agli anni passati. I ricoveri di fortuna si sono moltiplicati, le persone che utilizzano il giardino come bagno pubblico sono aumentate.

È una discarica a cielo aperto, non un giardino. L'odore è nauseante e investe anche i locali dell'asilo. Più di una volta nelle aree verdi dell'asilo, sono state trovate bottiglie di birra, gettate dai frequentatori perennemente ubriachi dell'area pubblica confinante (preme in questa occasione ringraziare il sempre solerte servizio delle maestre e degli operatori dell'asilo che ogni mattina passano letteralmente al setaccio i giardini interni alla struttura per garantire la sicurezza e l'incolumità dei bimbi).

Ci si domanda quindi come sia possibile che alle pendici della riserva di Monte Mario (che peraltro versa in condizioni terribili tra materassi, lavatrici, oggetti abbandonati…) e a due passi da Villa Madama (sede di alta rappresentanza del Ministero degli Affari Esteri) debba insistere una situazione di tale degrado.

Ci chiediamo dove siano i vigili urbani del nostro Municipio, che dovrebbero intervenire nell'area elevando contravvenzioni per l'occupazione abusiva di suolo pubblico (sono state segnalati tende, camper, stendini e quant'altro) e non soltanto per sgomberare la zona dalle auto in occasione degli innumerevoli eventi che riguardano Villa Madama e lo stadio Olimpico.

Ci chiediamo cosa pensano di tutto ciò le istituzioni, in particolare il Presidente del Consiglio e il Ministro degli Esteri (e non solo della attuale legislatura), spero vivamente che non siano a conoscenza del fatto che a cento metri di distanza dai locali dell'alta rappresentanza dello Stato italiano esiste un simile degrado.

Ci chiediamo cosa ne pensa l'attuale Sindaco di Roma, che nella campagna elettorale dello scorso anno aveva tuonato nei confronti delle precedenti gestioni, producendo a proposito un nutrito pamphlet dal roboante titolo "C'era una volta il modello Roma di Rutelli e Veltroni", ricco di foto e di trafiletti di giornali che denunciavano lo stato di abbandono in cui versavano le aree verdi della città.

Ci chiediamo perché la Presidente del XVII Municipio e la Giunta tutta non decidano o non riescano a intervenire fattivamente e definitivamente, essendo a conoscenza della situazione in quanto continuamente bersagliati da lettere di protesta ed essendosene interessati a suo tempo in modo evidentemente non risolutivo.

Infine e soprattutto, ci chiediamo cosa ne pensino i servizi sociali del nostro Municipio e del Comune di Roma che non garantiscono, in questo caso, un minimo di rete sociale, di REALE integrazione, di umana dignità a queste famiglie, che hanno con loro bambini di tutte le età abbandonati a loro stessi, più volte sorpresi a giocare pericolosamente in mezzo alla carreggiata di via Gomenizza!

Ci teniamo a sottolineare che quello che richiediamo da più di due anni non è lo sgombero forzato e disumano di queste persone ma, insieme alla necessaria restituzione dell'intera zona alla cittadinanza liberata da qualsiasi tipo di insediamento, un parallelo interessamento alle loro problematiche e alla penosa condizione igienico-sanitaria in cui si trovano, che ovviamente influenza e condiziona anche tutta l’area circostante, dove sono situati un asilo nido (bambini dai 6 mesi ai 3 anni) e un giardino pubblico (villa Mazzanti) un tempo frequentatissimo e ora purtroppo abbandonato.

Chiediamo un immediato intervento dei servizi sociali; un immediato intervento del servizio giardini; una costante e attenta manutenzione dell’area da parte dei servizi competenti e l'interessamento di tutti coloro che in questo appello sono stati chiamati in causa, i quali, in quanto stipendiati dai contribuenti, sono tenuti ad ascoltare e a intervenire.

Un'ultima precisazione. Può sembrare strano che siamo proprio noi a portare avanti questa battaglia, (che siamo certi sarà condivisa da tutti coloro i quali hanno ancora un briciolo di senso civico): fra meno di una settimana nostro figlio smetterà di frequentare questa scuola e l’anno prossimo andrà alla materna. Purtroppo non siamo riusciti a godere dei frutti di queste segnalazioni… forse se ne gioveranno i bimbi che verranno.
Ce lo auguriamo davvero.

Andrea e Valentina

-----------------------------------------------------------------------------------

Certo che è strano, nelle zone limitrofe si portano via le auto dei residenti ad ogni cena ufficiale come costituissero un pericolo alla sicurezza dello stato… e quel camper rimane li a dispetto di tutto e di tutti e non si riesce a farlo spostare, non è che ci abita qualche Capo di Stato in incognito ???

Saluti.

Notizie sul Municipio XVII provenienti da Siti, Blog, Quotidiani online…

Senza titolo-1N.B. Le “news” che leggerai scorrendo questo post, (attendi qualche secondo affinché vengano prelevate) sono di proprietà dei rispettivi Autori/Editori. Cliccando sul titolo, di ogni notizia, verrai indirizzato alla fonte, e potrai leggerla per intero.
Segui @XVIINews

Vuoi sapere come la pensano sulla nostra città altri Blog Romani ? Clicca qui

giovedì 18 giugno 2009

Asilo nido di Via Bucchi...tutto risolto ? Come no !!!

Stamattina ho ricevuto da Valentina la seguente (sconvolgente) email:

Caro Matteo,

ieri c'è stata la festa al nido di mio figlio e mentre stavamo nel giardino a giocare e trastullarci abbiamo notato delle ombre dietro la siepe. Il giardino limitrofo se è possibile è molto peggiorato rispetto al video che abbiamo messo su youtube due anni fa.

Dopo le duemila segnalazioni, avevamo ottenuto il taglio della siepe e qualche pulizia di tanto in tanto, dopo di che è diventato ricovero di altre famiglie (oltre ai camper che stazionano lì da secoli ora ci vivono anche altre persone) che fanno tutto (compresi i lori bisogni: un bambino ha detto un giorno alla maestra "Maestra un signore sta facendo la cacca! Ti pare possibile????) lì dietro.

Andrea ieri aveva la telecamera e ha fatto una ripresa, vorrebbe tornarci anche in tua compagnia per farne una digitale (noi non abbiamo la macchina). Lo accompagneresti?
è una situazione scandalosa, la coordinatrice del nido, che era presente, è esterrefatta perchè ovviamente ha sottoposto questa situazione moltissime volte al municipio. Io mi sono decisamente stufata di parlare con chi non sa far altro che giocare a scarica barile.

Un abbraccio e grazie
Vale
-----------------------------------------------------------------------------------

Non ho parole... possibile che in un paese che si dichiara "civile" non si possa trovare una soluzione a tutto ciò ??? Io comprendo che il Municipio, nel caos della assurda e folle burocrazia che regola gli interventi dei vari organi interessati, non sappia a che santo votarsi, ma se, in un anno e mezzo, non si riesce a risolvere nemmeno un caso così eclatante come questo, poi non ci si deve lamentare se la gente è stufa e non crede più a una parola di quello che gli si dice.
 
Saluti

mercoledì 17 giugno 2009

Buongiorno giardino e deposito ATAC...



Tempo fa avevo inviato a Buongiorno Regione, la trasmissione di Rai 3 che va in onda la mattina dalle 7,30 alle 8, una accorata richiesta di aiuto perché convinto che solo facendo uscire il nostro problema dal ristretto ambito di quartiere, avremo una concreta possibilità di venire ascoltati.

Ieri ho avuto la gradita telefonata di Lisa Marzoli, giornalista della trasmissione, che mi preannunciava una diretta sul tema, per lunedì 22 giugno.

Perciò lunedì alle 7,30, insieme al comitato di quartiere "Delle Vittorie", ad un rappresentante del Centro Anziani di via Sabotino, e ad un, spero, numeroso gruppo di cittadini che vorranno essere presenti a via Plava, nonostante l’ora, per testimoniare l’importanza che la cosa riveste per il nostro quartiere, avremo la possibilità di esporre le nostre contrarietà in merito al progetto di cantierizzazione del giardino e a quello di costruzione di altri edifici residenziali nell'area dell' ex deposito, nonché di sollecitare un impegno da parte del Comune di Roma che, pur essendo a conoscenza di tutto, non ci risponde.

Saluti

martedì 16 giugno 2009

Conferenza di apertura: Letture d'estate lungo il fiume e tra gli alberi

Ieri mattina, nella piazzetta antistante l'ingresso dei giardini di Castel S.Angelo, ha preso ufficialmente il via "Letture d'estate lungo il fiume e tra gli alberi" che è una delle 4 manifestazioni dell'estata romana che si svolgeranno nel Municipio XVII e che, dal 18 giugno e fino al 23 agosto accompagnerà le nostre calde notti.

La conferenza di Rosanna Vano, ideatrice e organizzatrice dell’evento, ha visto la compartecipazione della Presidente del nostro Municipio Antonella De Giusti con cui mi scuso ma, essendomi finita la cassetta, non mi è stato possibile pubblicare il contenuto del suo intervento.

Devo dire comunque che è stato un intervento scevro da discorsi politici e tutto incentrato sulla validità sociale e culturale dell'iniziativa che ho molto apprezzato e che mi trova assolutamente d'accordo.

P.S. YouTube non permette di scaricare filmati più lunghi di 10 minuti e così lo ho messo su MegaVideo che però non ha "compreso" in automatico che è un video in formato nativo 16:9. Per vederlo correttamente rispettando le dimensioni originali cliccare sul pulsante "switch to 4:3".

Buona visione

domenica 14 giugno 2009

Le ronde grigie ???

Dopo aver letto questo articolo (e un altro sullo stesso tema) volevo chiedervi… ma siamo su “scherzi a parte”, o vedremo veramente simili soggetti in giro per le nostre città ???

P.S. Molto interessante questo video, soprattutto gli ultimi 30 secondi

Una cena squisita

Ieri sera ho festeggiato i 25 anni di matrimonio nel ristorante "Su e giù".

Desidero ringraziare, a nome mio e di tutti coloro avevo invitato, Daniele, Enio, Anna e Natasha, per l'ospitalità e la cortesia dimostrata e soprattutto... per la bontà della loro cucina.

Saluti

sabato 13 giugno 2009

Ecco a che serve la chiusura notturna di via Plava...

Chi ha detto che la notte via Plava è chiusa ??? E' chiusa per le persone normali che magari vorrebbero sedersi li a prendere un po di frescura, e invece no, tutti fuori mentre i ragazzi di quello che è diventato ormai un "privé" notturno se la godono.

Personalmente non ho nulla in contrario ma mi chiedo, se le cose stanno così...perché loro stanno li tranquilli a godersi il fresco e noi no ???.

venerdì 12 giugno 2009

mercoledì 10 giugno 2009

Dove troveremo conforto nelle calde serate estive ???

Ancora non ci siamo ma, prima o poi il caldo, quello afoso e fastidioso, che non ti fa dormire fino a che l'asfalto cittadino non ha buttato fuori tutto il calore incamerato durante il giorno, arriverà.

I residenti che abitano (come me) nei pressi del giardino di via Plava, fino all'anno scorso trovavano spesso sollievo dall'afa in quel parchetto ma da quest'anno ciò non è più possibile.

Da quando il dipartimento X ne ha deciso la chiusura notturna, assegnando il compito ai nuovi gestori delle giostrine, non solo non è più fruibile la sera ma addirittura chiude prima ancora che il sole abbia fatto decisamente capolino.

Ma perché è necessario chiuderlo alle 20 ??? Non siamo certo (ne siamo mai stati) in situazione di pericolo, il giardino è piccolo, facilmente controllabile, ben illuminato, e immerso nel tessuto urbano, perciò nulla a che vedere con altri parchi della capitale in cui si sono recentemente verificati atti di aggressione e di violenza, insomma, qual'è lo scopo di questa chiusura così prematura ??? Quello di salvaguardare le strutture di chi ha investito in quel parco per trarne un giusto vantaggio economico ? Beh mi sembra logico che ciò venga fatto, ma non per questo si deve necessariamente chiudere tutto il giardino rendendolo di fatto a proprio uso e consumo.

Insomma come armonizzare le esigenze dei giostrai con quelle dei cittadini ?

Io non ho una soluzione da proporre, è un compito che spetta al Comune, ma una cosa è certa, quell'area, almeno in estate, deve essere fruibile anche la sera.

Saluti

martedì 9 giugno 2009

Salvi ???



E’ comparsa oggi una notizia su 06Blog.it che, se confermata, ci permetterebbe di festeggiare la salvezza del giardino di via Plava e di cominciare subito a chiederne la “riqualificazione”.

E si perché se finora nessuno si azzardava a chiedere di spendere un centesimo su quell’area, su cui incombono i lavori della Metro C, qualora fosse definitivamente dichiarata “immune” non ci sarebbero più scuse per non farla diventare un vero giardino pubblico con tutti i crismi.

Staremo a vedere, io una bottiglia di champagne ce l’ho nel frigo e sono pronto a stappare.

Saluti

lunedì 8 giugno 2009

Progetto 17+XVII....

Documento (5) 17+XVII è il nome dato ad un progetto dell'Associazione Civico 17 che, proponendo un gemellaggio tra i residenti del nostro Municipio XVII e quelli del 17° "Arrondissement" di Parigi, vorrebbe, nel suo piccolo, dare un contributo per passare finalmente dall'Europa della moneta, a quella delle persone.

L'idea, presentata a Parigi da Massimo Marnetto (ideatore), e Raffaele Caruso (vice presidente di Civico 17), che lo scorso anno, dopo i primi timidi contatti, hanno preso un charter e sono partiti, ha subito riscosso un gran consenso presso il Municipio parigino e da ambo le parti ci si è subito messi al lavoro per tentare di realizzarla.

Nonostante le ristrettezze economiche (è tutto autofinanziato) si parte con la prima fase che prevede un incontro tra ragazzi con una passione in comune, la musica. Venerdì 5 giugno, nella sede della scuola Ganassi, c'è stato un incontro tra Civico 17 e Catherine Landau, rappresentante del 17° Arrondissement, e sono stati messi a punto gli ultimi particolari.

Alcuni studenti della Scuola Ganassi e i Free-k Trio Jazz (tutti ragazzi del nostro quartiere), saranno il 19 giugno a Parigi e verranno accolti nella sede del 17° Arrondissement, dove, dopo aver familiarizzato con le famiglie francesi che li ospiteranno durante la loro permanenza, si esibiranno in varie occasioni nel corso della "Festa della Musica" parigina.

Il 27 giugno invece, sarà il turno di Roma dove una formazione jazzistica parigina, composta da 6 ragazzi e una ragazza, che rimarranno ospiti per alcuni giorni presso famiglie del nostro quartiere, si esibiranno nella manifestazione "Letture d'estate lungo il fiume e tra gli alberi" che aprirà i battenti il 18 giugno nei giardini di Castel S. Angelo.

Che dire ? a me sembra una idea belissima e spero proprio che questa faccia da prologo ad ulteriori iniziative che, se con l'occasione nasceranno amicizie e simpatie, non mancheranno di certo tra i residenti e le Associazioni dei nostri due Municipi "Europei".

Saluti

domenica 7 giugno 2009

Si vota fino alle 22...

Avete votato ?

Fatevelo dire da uno che sono anni che annulla la scheda per protesta e che si è ben reso conto che non serve a niente.

SIETE ARRABBIATI ? E ALLORA ESPRIMETELO CON UN VOTO !!!

Saluti

venerdì 5 giugno 2009

Letture d’estate lungo il fiume e tra gli alberi 2009

image

Apparirà anche quest’anno - come per incanto, nel cuore di Roma - una sorta di isola felice, nella quale si trascorreranno vacanze magiche senza neppure uscire dal raccordo anulare. Gratuita, senza biglietto d’ingresso negli straordinari giardini di Castel Sant’ Angelo – che appaiono in una luce diversa con le cancellate nuove e gli alberi potati di fresco - la nuova edizione di Letture d’Estate lungo il fiume e tra gli alberi, si propone più di sempre ricchissima di eventi, incontri, dibattiti, giochi e serate musicali di ogni genere, teatro, poesia, mostre: 4000 mq. coperti, 186 presentazioni editoriali, 806 eventi artistici distribuiti su 67 giorni consecutivi, dal 18 giugno al 23 agosto.

Il protagonista di Letture d’Estate lungo il fiume e tra gli alberi é il libro, che esce dai luoghi togati e raggiunge i Lettori all’aperto, in una dimensione di felicità e di vacanza. Un panorama forse non esaustivo, ma certamente largamente rappresentativo dell’editoria italiana, con un’attenta proposta della piccola e piccolissima editoria di qualità, che molto spesso, per motivi di distribuzione, non riesce a raggiungere un Pubblico tanto vasto quanto merita. I Lettori si confronteranno dal vivo con moltissimi Autori, incontreranno i responsabili di tante case editrici, ascolteranno pagine di grandi suggestione, voteranno il libro preferito.

L’Ambiente, insieme all’Interculturalità, sarà il tema conduttore dell’edizione 2009, articolato nei tre sottotemi: acqua, energie alternative, rifiuti risorsa, non problema. Per questo motivo abbiamo scelto Ecoradio come emittente ufficiale che seguirà quotidianamente i numerosi eventi in programma, AzzeroCO2 come consulente per l’impatto ambientale, Ecoluce come azienda che fornisce energia rinnovabile alle aree spettacolo. Grazie ad un accordo di partnership, avranno un ruolo primario, anche con l’organizzazione di mostre, seminari e laboratori, aziende leader del settore e associazioni come la Federazione Italiana Escursionisti o gli Amici degli Alberi, che offriranno la condivisione delle proprie esperienze.

Letture d’Estate lungo il fiume e tra gli alberi offre altresì un’interessante e diversificata proposta gastronomica tale da soddisfare anche il palato più esigente, e con un rapporto qualità/prezzo assolutamente vincente. Come ogni anno la Federazione Italiana Invito alla Lettura si fa esempio di una multiculturalità che si esprime a tutto tondo: dalla cucina alla musica, dal vestire all’oggettistica, dai libri ai modi di vivere con prodotti provenienti dai cinque continenti.

Quest’anno dal 18 al 30 giugno sarà nostra ospite la Bulgaria e in collaborazione con l’Istituto Bulgaro di Cultura abbiamo realizzato alcuni splendidi eventi, mai visti prima in Italia.

Letture d’Estate lungo il fiume e tra gli alberi offre un intrattenimento garbato di gran qualità dal mattino a notte inoltrata, senza trascurare momenti di confronto per la crescita civile e democratica che dai temi più legati al territorio arrivano ad affrontare argomenti di interesse generale; incontri e approfondimenti con popoli e culture assai lontane e diverse da noi.

Lungo la splendida passeggiata, infatti, il Visitatore incontrerà dieci spazi adibiti all’intrattenimento con le più varie e trasversali proposte dalla lirica alla danza, dalla musica classica alla jazz e al pop, dall’arte di strada alla poesia, dal teatro all’operetta. Una serie di appuntamenti fissi sarà dedicata alla storia e alla didattica della musica, linguaggio universale che trascende la sindrome di Babele.

Due diverse aree giuochi proporranno serate di scacchi, giochi di carte, tennis-tavolo, giochi di ruolo, Magic The Gathering e calcio balilla. Quest’anno dal 9 al 12 luglio la manifestazione ospiterà il Torneo Continentale di Wargame, durante il quale appassionati collezionisti e giocatori di tutta Europa si confronteranno con le famose battaglie della storia riprodotte su plastico

Per questi motivi l’iniziativa, inserita tra quelle dell’Estate Romana e patrocinata dal Municipio Roma XVII, avvicina un Pubblico molto vasto e vario per età, stili di vita e professioni, che potrà partecipare a tutte le iniziative compresi gli spettacoli. Letture d’Estate lungo il fiume e tra gli alberi non è solo l’evento di un quartiere o di una città ma un centro propulsivo di cultura internazionale coinvolgente, integrante ed intrigante.

Se verrete a trovarci, scoprirete la possibilità di trascorrere una serata gradevole.

E, se vi girasse così, avreste anche la possibilità di trascorrerla senza spendere neppure un centesimo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...