venerdì 28 novembre 2008

Risposta alla crisi: consumiamo, consumiamo, consumiamo !!!

A parte che ovviamente, se c'è crisi, chi ha la possibilità di "consumare" è un numero sempre decrescente di persone, e perciò...la vedo dura, vorrei aggiungere due parole (magari pure quattro) non su questo appello, certamente condivisibile in quanto più consumiamo più soldi circoleranno, (e più tasse incamererà lo stato che, in caso contrario, avrà sempre maggiori difficoltà a gestire questa crisi), ma su cosa ci propone oggi il mercato...insomma, consumare va bene ma, cerchiamo di farlo in modo consapevole...

A questo proposito, ho ricevuto ieri la telefonata di un amico, che, riconoscendo in me un punto di riferimento quando si tratta di fare acquisti "tecnologici", mi chiedeva:

Visto che ho finalmente deciso di cambiare la mia vecchia TV a tubo catodico, pensavo di acquistare un LCD da 46 pollici che ho trovato in offerta...tu che dici ?

Beh, caro amico, io ti posso solo dire, buttando la un esempio, che se immagini sia meglio dar via la tua vecchia 500 e farti un SUV, per andare al lavoro ogni mattina, sei libero di pensarlo, ma se proprio ci vuoi ragionare insieme a me, posso suggerirti quali criteri personali adotterei, se fossi al tuo posto, e mi accingessi ad acquistare una nuova TV :

Intanto, indipendentemente dal prezzo, che potrà anche essere "sensazionale", comincerei a valutare quale sarà il suo "costo d'esercizio", perché un LCD 46 pollici consuma molto di più del tuo vecchio 27" a tubo, e può arrivare a consumare dai 220 ai 300 Watt/ora. Ciò, tra l'altro, potrebbe anche indurti in ansia e suggerirti di tenerlo il più possibile spento...(che poi non sarebbe neanche una cattiva idea).

Poi penserei anche: ma il divano su cui mi accomodo per guardarlo...a che distanza è ? Perchè, nel caso specifico, se non ho a disposizione un minimo di 3,5 - 4 metri, non sarò in grado di gustarmi appieno la qualità delle immagini, e le stesse risulteranno poco definite, instabili e dai movimenti poco fluidi.

Solo dopo queste prime valutazioni, che sono fondamentali e decisive nello sceglierne le dimensioni, comincerei a guardarne le caratteristiche tecniche.

Una cosa importantissima, è che la TV permetta una connessione a dispositivi con uscita "HDMI" che è già uno standard, e che ben presto, sostituirà la vecchia e gloriosa presa "SCART".

Se non presente questo connettore, il collegamento ad un'altra apparecchiatura (PC, lettore DVD, ricevitore satellitare/terrestre e/o altro, provvisto della medesima connessione HDMI), non sarà possibile se non con sistemi tradizionali, e ciò non mi permetterà di ottenere quel balzo di qualità nelle immagini (anche per quelle non in alta definizione), che si ottiene in modo assolutamente evidente (provare per credere), adottando da entrambi i lati, questa connessione.

Dell' HD (sigla che sta per "alta definizione") che dire ? Al momento le occasioni di sfruttarne le potenzialità su canali a libera fruizione, sono rarissime. Rai e Mediaset, che mi risulta siano già pronte, sembrano non avere nessuna intenzione di abbandonare quantomeno l'uso della trasmissione 4:3 per adottare, in modo permanente, il 16:9 (schermo panoramico), e perciò, figuriamoci quanto tempo ancora passerà per questo ulteriore passo in avanti...Pertanto, a meno che non si ha intenzione di spendere altro danaro per vedere le partite in HD su sky o per acquistare un lettore Blu-ray (lettore DVD in HD), per poi (ancora) spendere altri soldi acquistando uno dei rari film che si trovano in HD...non è che serva poi a molto.

Ma, visto che prima o poi ne fruiremo, e soprattutto se pensiamo di non cambiare un televisore ogni tre mesi così come i produttori vorrebbero farci fare, perché non prenderla in considerazione ?

C'è da ricordare, tra l'altro, che gli LCD non HD, sono stati fabbricati in tempi più remoti e pertanto, essendo la loro tecnologia costruttiva già "vecchia", non hanno la stessa resa, in termini di luminosità, di contrasto, di qualità e gradazioni di colore, di quelli di ultima generazione (e la differenza si nota anche su sorgenti non HD).

Una cosa mi raccomando quando si parla di alta definizione: ATTENZIONE perché si rischia di credere di essersi portati a casa un televisore HD che non lo è affatto !

Mi sembra inutile confondere le idee nello spiegare la differenza tra HD Ready e HD Full, perché in questo post non mi propongo certo di fare disquisizioni tecniche, quanto di aiutare a non essere, per così dire "fregati" da venditori che, in buona fede o meno, propongono qualsiasi cosa pur di vendere.

Mi basta in questo caso sapere che gli unici Televisori con la "Vera" alta definizione (denominata anche Full HD) hanno una risoluzione dello schermo di 1920x1080 e su essi in genere, viene applicata la sigla "1080 p" (se c'è 1080 i , non lo sono).

Per concludere, altri fattori come ovviamente il prezzo, la qualità dell'audio, l'estetica, la durata della garanzia ecc. concorrono a definire la scelta, ma sostanzialmente, i criteri fondamentali di valutazione, per me, ricapitolando, sono:

Dimensioni rapportate alla distanza da cui si guarda (e rapportate anche alla propria sensibilità "ambientale" e a quanta energia elettrica si è disposti a consumare)

Presenza del connettore "HDMI"

Full HD 1080 p (in caso contrario risparmierete un po ma, secondo me, non ne vale la pena)

Facile no ? Saluti

1 commento :

  1. Grazie 1000 per queste preziose informazioni!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...